Dolore al Coccige

Dolore al coccige, ossia la Coccidiodinia

Indica dolore al coccige, ossia nella parte terminale del’ossol sacro. Spesso è in relazione con traumi pregressi, talora per interventi chirurgici della regione perineale o anale, come si osserva in seguito a chirurgia delle emorroidi o delle fistole anali. Va distinto dalla propagazione verso il coccige di un dolore lombare basso e dalla sacro-ileite.

I traumi coccigei rappresentano la causa più frequente di dolore al coccige, classicamente per caduta sulle natiche. Il dolore acuto è molto intenso, ma raramente persiste, diventando un problema cronico. Classicamente diffonde verso il solco intergluteo ed il perineo, ed è nettamente accentuato dalla pressione sul coccige.

Il dolore residuo connesso a pregresse manovre chirurgiche, è più raro e quasi sempre rientra nella più vasta categoria del dolore post-incisionale, ossia successivo ad una cicatrice chirurgica.

Nell’un caso come nell’altro non esistono test diagnostici, e la diagnosi è quindi soprattutto basata sull’esperienza clinica. Va fatta quindi molta attenzione a quello che è successo in precedenza (anamnesi in termini tecnici), all’ispezione dell’area, cercando di ricreare il dolore, ossia cercando i punti che accentuano il dolore, valutando la presenza di eventuali cicatrici. Le radiografie dirette della regione dimostrano eventuali fratture ossee e deviazioni del coccige.

La terapia è farmacologia in primo luogo, mentre i casi più resistenti vanno trattati con infiltrazioni locali, che hanno anche valore diagnostico, ed eventualmente con “lisi” chirurgica (escissione della cicatrice) o radioablazione (lisi a radiofrequenza). anche la PENS therapy può risultare efficace.